Bongiorno: «Su aeroporto di Birgi situazione di stallo»

203

Un silenzio che non lascia presagire nulla di buono. È, in sintesi, questo il pensiero del Presidente di Sicindustria Trapani, Gregory Bongiorno, sulla “questione aeroporto”. Un intervento a gamba tesa, quello di Bongiorno, dopo le dichiarazioni pesanti del presidente dell’ENAC Vito Riggio che ha proposto l’accorpamento degli scali di Trapani e Palermo, così come, oltretutto, previsto dal Piano Nazionale degli Aeroporti. Nessuna presa di posizione da parte di Airgest sulla vicenda né tantomeno notizie sul bando per l’individuazione di un nuovo vettore aereo; tutto, apparentemente, fermo! «A distanza, infatti, di ormai tre mesi – sottolinea il presidente di Sicindustria Trapani- nulla è dato sapere in ordine alla gara di circa venti milioni di euro indetta da Airgest per l’individuazione del nuovo vettore aereo, nulla si sa circa le risorse regionali per l’incremento del flusso dei passeggeri e, ancora, nulla si sa in ordine al nuovo accordo di co-marketing con i Comuni. In pratica, sulla infrastruttura strategica più importante del nostro territorio, è calato il silenzio”. Per Bongiorno “dopo i lusinghieri risultati riguardanti le presenze turistiche della stagione ancora in corso, si devono riunire  attorno ad un tavolo Airgest, Comuni, Camera di Commercio e Associazioni di categoria al fine di superare questo momento di stallo”. “È necessario fare in fretta- ha aggiunto-, perché gli altri aeroporti in Sicilia continuano a registrare una crescita costante, al contrario di ciò che sta succedendo a Trapani, dove si vive un clima di incertezza».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.