Processo Adamo, assolto l’allevatore accusato di calunnia indiretta

297
Era imputato di calunnia “indiretta”, infatti secondo la procura di Marsala, aveva sporto una falsa denuncia di smarrimento di alcuni assegni bancari, che in realtà aveva dato in pagamento per l’acquisto di materiale edile.

Dal dibattimento è emerso invece un altro dato ed il giudice del tribunale monocratico di marsala, dottore Matteo Giacalone, ha assolto Ignazio Adamo, allevatore di professione, con formula piena ex art. 530 comma 1.

Infatti è emerso che nessuno dei prenditori degli assegni bancari, nè il primo e men che meno l’ultimo che poi ha portato l’assegno all’incasso, conoscessero Ignazio Adamo.

Con ogni probabilità quindi la denuncia di smarrimento era veritiera.

Adamo è stato assistito e difeso dall’avvocato Vito Daniele Cimiotta del foro di Marsala.

L’avvocato della difesa Vito Cimiotta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.