Porto Empedocle, sparò al cognato per amore, rinviato processo al pescivendolo Tuttolomondo

163

Nell’aprile del 2013, sparò al cognato per motivi passionali, scaricando addosso al cognato libertino Vasile Cozzo otto colpi di pistola. Il tentato omicidio avvenne a Porto Empedocle, sulla banchina, la notte tra il 4 e il 5 aprile. Protagonista di questa amara vicenda il pescivendolo Giovanni Tuttolomondo,45 anni, di Porto Empedocle, accusato di tentato omicidio nei confronti del cognato che sfuggì miracolosamente all’agguato.

Il processo si terrà davanti alla prima sezione del tribunale di Agrigento, ma ieri è stato rinviato al 4 dicembre per il legittimo impedimento del presidente di collegio, Luisa Turco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.