Sequestrata la Sicilfert di Marsala: era nei tentacoli della ‘ndrangheta

E´stata sequestrata l’azienda specializzata nel compostaggio dei rifiuti con sede nelle campagne marsalesi, la Sicilfert. La procura di Reggio Calabria ne ha disposto il sequestro e la DDA ne ha portato avanti le indagini da cui è emerso che l’azienda sarebbe coinvolta nell’operazione antimafia “Metauros”. Secondo gli inquirenti la ‘ndrina” dei Piromalli aveva in mano il settore della depurazione e del trattamento delle acque, il compostaggio e il trasporto dei rifiuti speciali non pericolosi e fra le società sotto il suo controllo figurerebbe anche la marsalese Sicilfert appunto. Sono stati arrestati Gioacchino Piromalli, Giuseppe Pisano, Domenico Pisano, Paolo Pisano, Giuseppe Luppino, Rocco La Valle e Francesco Barreca. Il termovalorizzatore in mano ai ‘ndranghetisti si trova a Gioia Tauro ma la cosca si occupa di tutta la filiera della gestione dei rifiuti, dalla manutenzione fino al trasporto degli stessi.