Omicidio Nubia: oggi udienza preliminare per l’uxoricida

131

Lo scorso 20 novembre uccise la moglie con 23 coltellate nella loro casa di Nubia, vicino Paceco e oggi comparirà dinnanzi al gup di Trapani Antonio Cavasino. Stiamo parlando di Antonino Madone, 60 anni, carpentiere, accusato del delitto della moglie, anch’essa sessantenne, Anna Manuguerra, uccisa con un grosso coltello da cucina al culmine dell’ennesimo litigio. La donna sarebbe morta per una coltellata al cuore. Madone, dopo aver commesso l’uxoricidio,sarebbe andato al bar per prendere un caffè e avrebbe incontrato lì uno dei figli che è anche un carabiniere. Per Madone, la Procura di Trapani ha deciso di contestargli l’aggravante della crudeltà con cui ha inferto le numerosissime coltellate nel corpo della moglie che era solito maltrattare anche psicologicamente. I tre figli della coppia si sono costituiti parte civile.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.