Abusivismo, indagato sindaco di Palma di Montechiaro: stop alle ruspe

132

Il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, è indagato dalla Procura di Agrigento per “avere intenzionalmente procurato a sé ingiusti vantaggi di tipo elettorale”, ovvero avendo promesso l’interruzione delle demolizioni degli immobili abusivi durante la campagna elettorale per il posto di primo cittadino. Lo aveva detto chiaramente alla vigilia delle elezioni e gli elettori lo hanno votato proprio per questo. Adesso Castellino è indagato per abuso di ufficio, per aver promesso dunque lo stop alle ruspe. Secondo la Procura di Agrigento, il sindaco, avrebbe “ostacolato l’attività dei funzionari dell’ufficio tecnico emanando una serie di atti che prevedevano una serie di gare già espletate e lo storno di fondi destinati alle demolizioni”. A Palma di Montechiaro, gli edifici abusivi sono circa mille e il sindaco, già lo scorso agosto, non aveva risposto ai magistrati che gli avevano chiesto delucidazioni circa la soluzione che aveva in mente per risolvere il problema di ogni singolo immobile abusivo ed edificato in zona di inedificabilità assoluta ed attestati con sentenza passata in giudicato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.