Perquisita nave di Save the Children al porto di Catania

101

Stamattina al porto di Catania, personale del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, della Squadra Mobile di Trapani e del Nucleo Speciale di Intervento del Comando Generale delle Capitanerie di Porto di Roma, su delega della Procura della Repubblica di Trapani, ha eseguito una perquisizione a bordo della motonave Vos Hestia, noleggiata da Save The Children.

La perquisizione è stata finalizzata al sequestro di materiale cartaceo ed informatico, allo scopo di verificare l’esistenza di foto e video che documentino gli eventi di ricerca e soccorso e di comunicazioni ricollegabili al traffico di migranti.

La perquisizione sulla nave Vos Hestia «è relativa alla ricerca di materiali per reati che, allo stato attuale, non riguardano Save the Children», si legge in una nota dell’ONG, e la perquisizione» è «relativa a presunte condotte illecite commesse da terze persone».

L’ONG ha reso noto di aver sospeso le operazioni di soccorso in mare «come già pianificato data la riduzione dei flussi», e ha ribadito di aver «sempre agito nel rispetto della legge durante la propria missione di ricerca e salvataggio nel Mediterraneo».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.