Coprì latitanza del boss, arrestato ricercato a Punta Raisi

Salvatore Sciortino, 32 anni, favarese, è stato arrestato all’aeroporto di Punta Raisi “Falcone Borsellino” appena sceso da un velivolo. Era da tempo ricercato per aver aiutato nella latitanza un boss della mafia agrigentina, Maurizio Li Gati al quale aveva garantito ospitalità aiutandolo a nascondersi nelle case rurali appartenenti alla famiglia Sciortino. L’uomo era stato scarcerato nel 2013 per decorrenza dei termini e si era rifugiato in Germania dove lavorava ufficialmente come cameriere. Lo hanno arrestato i carabinieri di Favara che hanno intuito l’intenzione di Sciortino di tornare in Sicilia per stare con la propria famiglia. Alcuni militari in borghese si sono appostati nell’aeroporto per osservare gli arrivi provenienti dalla Germania e così hanno individuato Sciortino fra i passeggeri