Muore dopo operazione al Civico, denunciati medici palermitani

199

Sarebbe stato il ritardo il vero responsabile della morte di una giovane donna di 36 anni, Grazia Sinagra, madre di due ragazzine che era stata operata al Civico di Palermo per asportare alcune endometriosi tra ovaie e utero. Questa patologia le era stata diagnosticata a marzo e le era stato consigliato di operarsi entro due mesi ma il posto si è liberato solo a ottobre. Il medico chirurgo che l’aveva operata aveva detto che era andato tutto bene e di essere riuscito a salvare le ovaie della donna. Purtroppo però la situazione è precipitata e Grazia Sinagra è andata in arresto cardiaco.

Il suo cuore — secondo i familiari — è stato rianimato dopo diversi minuti e da quel momento Grazia non ha più ripreso conoscenza. E’ morta dopo sei giorni in reparto rianimazione. E’ stato aperto un fascicolo  in Procura per ora contro ignoti. Il sostituto procuratore Vincenzo Amico ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche e oggi affiderà l’incarico di eseguire l’autopsia sul corpo della giovane mamma.