Aeroporti: Catania vola, Palermo e Birgi a luci spente

495

Galvanizzante traguardo raggiunto ieri all’aeroporto Fontanarossa di Catania. Ieri, 9 novembre, è stato individuato l’otto milionesimo passeggero e sono scattati subito i festeggiamenti. Otto milioni di passeggeri, un milione solo nel mese di agosto, a conferma dell’importanza e del successo dell’aeroporto catanese considerato come il maggiore del sud italia, motore trainante dell’economia e del turismo isolano. E’ stato così premiato il passeggero che ha fatto scattare il numero “otto milioni”. Era in partenza per Barcellona con la compagnia aerea Vueling e il fortunato è un ex sovrintendente capo della questura di Siracusa, Giorgio Buscema,55 anni,in pensione da un anno. Stava per raggiungere il figlio che lavora nella città della Catalogna. Come premio ha ricevuto da parte della compagnia aerea, due biglietti per Barcellona, Roma Fiumicino o Firenze. E mentre a Catania si festeggia e vengono annunciati miglioramenti per favorire la mobilità dei turisti in arrivo con bus, treni, metro e navi, a Palermo e a Birgi si arranca. Proprio ieri, a Punta Raisi, a causa di un guasto alle luci della pista,i voli sono stati dirottati a Fontanarossa con disagio dei passeggeri senza contare che invece avrebbero potuto invece essere trasferiti al “Vincenzo Florio” di Birgi, chiuso dal 6 novembre per rifacimento pista. Luci spente dunque per i due aeroporti della Sicilia occidentale che fanno i conti con disservizi sebbene di diversa natura.