Processo Durante, ascoltato teste in tribunale

152

È stato ascoltato, al tribunale di Marsala, l’ingegnere Leonardo Carpinteri, che, 5 anni fa, era stato incaricato di redigere uno “studio di fattibilità” a due società in seguito dichiarate fallite. Carpinteri avrebbe dovuto controllare i conti delle aziende per verificare il loro stato di salute e poter attingere a fondi che ne avrebbero consentito la ristrutturazione. Le due società erano intestate ai fratelli Durante, Nino e Davide, ex presidente di Confindustria Trapani e ad Adriana Genovese, che ha già patteggiato la pena ed è stata condannata a poco più di un anno.

Carpinteri ha confermato di essere stato chiamato dalla Genovese per verificare se ci fossero gli estremi per consentire la fusione di 2 società in difficoltà economiche, la “Calcestruzzi Santa Ninfa e la Bitumedil e costituire una terza società da questa unione per sgravarle dal peso della crisi.

Il processo ai fratelli Durante, accusati di bancarotta fraudolenta, è iniziato l’anno scorso a seguito della deposizione di Giovan Vito Struppa, curatore fallimentare che avrebbe evidenziato la malafede dei tre ( i Durante e la Genovese) i quali, pur consapevoli del cattivo stato di salute delle due aziende, avrebbero sottratto dalle casse circa 400 mila euro, azione che avrebbe affossato definitivamente le due aziende. Questi soldi dovevano servire a pagare i creditori.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.