Ammazzato a coltellate per un giubbotto, tragedia a Gela

Avrebbero litigato per un giubbotto e la lite si è trasformata in tragedia. Maurizio Peritore, 33 anni, disoccupato, è stato ucciso dal cognato cinquantenne Maurizio Cinardi, che gli sferrato le coltellate mortali. Entrambi vivevano in palazzine adiacenti a Gela nel quartiere Scavone, in via Attica. Litigavano spessi per motivi banali e ieri i due si sono affrontati armati di coltello. Peritore è morto e Cinardi è ferito gravemente e si trova in ospedale piantonato dai carabinieri. I due avevano precedenti penali e Peritore era stato coinvolto in reati inerenti allo spaccio di droga.