Pedofilia, confermata condanna ex parroco del Regina Pacis

277

La Corte di Cassazione ha confermato la condanna a cinque anni e dieci mesi per l’ex parroco del Regina Pacis, Aldo Nuvola accusato di aver fatto sesso con minorenni provenienti dalle zone più degradate di Palermo e di aver approfittato del loro stato di indigenza, pagandoli per le prestazioni a cui erano costretti. Il suo nome venne fuori in merito alle indagini sull’omicidio dell’imprenditore Massimo Pandolfo ucciso il 24 aprile del 2013. Nel corso di una intercettazione telefonica, un ragazzo di 17 anni indagato in seguito per il delitto, chiamò proprio don Nuvola pochi minuti dopo aver commesso il fatto. Arrestato e in seguito interrogato, il giovane confessò di avere una relazione con il sacerdote. Don Nuvola è stato sospeso dalla curia “a divinis”.