Spazzatura a fuoco, incendiati cassonetti a Mazara: pericolo per la salute

146

«È ormai un’abitudine. Delinquenti incalliti si divertono a dare fuoco ai contenitori dei rifiuti collocati nel territorio. Cassonetti tornati puliti dopo l’intervento straordinario degli ultimi giorni a causa della chiusura delle discariche. Questa pratica di incendiare i cassonetti è frutto della stupidità umana che tra l’altro si trasforma in un doppio danno: per la salute pubblica, con lo sprigionamento di diossina e per l’economia dell’intera comunità che paga i danni creati. Saremo costretti a mettere telecamere ovunque, anche a protezione dei cassonetti».

Lo ha detto il Sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, dopo che alcuni balordi hanno incendiato i rifiuti nella zona dello Stadio Comunale durante la notte scorsa. Proprio nelle scorse ore era tornata “normale” la raccolta dei rifiuti a Mazara con la riapertura della discarica di Borranea.

«Grazie ad un vero e proprio tour de force – ha aggiunto il sindaco Cristaldi, è stato possibile, in pochi giorni, normalizzare l’emergenza rifiuti che si era creata in Città. L’intesa raggiunta con il Presidente Musumeci – ha concluso Cristaldi – ci ha consentito non solo di smaltire il quotidiano ma anche e soprattutto di eliminare i cumuli di spazzatura che si erano formati in tutto il territorio comunale».