Tragedia sfiorata a Vittoria, dà a fuoco distributore di benzina per due euro

158

Avrebbe potuto aver conseguenze terribili l’insano gesto di un quarantenne di Vittoria, provincia di Ragusa, che la scorsa notte ha appiccato con un accendino fuoco ad un distributore di benzina dopo aver litigato con il gestore. Il fatto è accaduto in via Cavalieri di Vittorio Veneto, all’uscita della città per Comiso e il peggio è stato evitato grazie alla segnalazione di alcuni giovani che hanno visto le fiamme al distributore. I pompieri sono intervenuti prima che le fiamme si propagassero fini ai serbatoi sotterranei. Dalle telecamere di videosorveglianza si vede il pregiudicato quarantenne intorno all’una di notte, scavalcare il muro di recinzione, avvicinarsi alla colonnina in cui inserire le banconote, introdurne una da 20 euro, estrarre la pistola e spargere la benzina a terra. Ha però appiccato il fuoco con un accendino. Il tutto è nato da un diverbio con il gestore con il quale l’uomo aveva litigato la sera prima.  Quest’ultimo infatti aveva cercato di rifornirsi al distributore di sigarette vicino al bar; avrebbe inserito la somma di 4 euro e 30 centesimi non ricevendo però il prodotto. Il gestore, mostrandogli lo scontrino che gli era stato emesso per la mancata erogazione che segnava la somma di 2,30 euro, si era detto disposto a restituirgli quella minore somma, sostenendo che la macchinetta non poteva sbagliare. ne era nata una violenta lite ed erano intervenuti i poliziotti per sedare gli animi. L’uomo, arrestato dalla polizia si è detto pentito del gesto. È stato denunciato per incendio aggravato perché applicato ad un deposito di materiale infiammabile o esplodente.