Anno ricco di successi per la Polisportiva Marsala Doc. A Pisa prestazioni super di Ardagna e D’Errico

195

Prestazioni “super” di Damiano Ardagna e del sempreverde Michele D’Errico alla Maratona di Pisa. Ardagna ha centrato il suo nuovo primato personale con il tempo di 3 ore, 10 minuti e 46 secondi, risultando 38° nella sua categoria d’età (SM45). D’Errico, invece, con 3:17:47 è stato ancora una volta 1° nella SM60. “In terra di Pisa – ha commentato Damiano Ardagna dopo aver tagliato il traguardo – ho messo un capo saldo sulla distanza dei 42 km e 195 mt. Questo risultato è stato frutto di tanti sacrifici e con l’occasione voglio ringraziare il mio preparatore atletico, Giacomo Milazzo, che con le sue competenze tecniche, associate alla mia determinazione, ha reso possibile tutto questo”. Non meno soddisfatto Michele D’Errico, che ha corso la gara toscana ad appena sette giorni di distanza dalla maratona di Reggio Emilia, dove aveva fatto fermare il cronometro a 3 ore e 19 minuti. E nella settimana precedente, andando su per giù per lo Stivale, aveva partecipato anche alla “Coast to Coast” Sorrento-Positano (54 km) e alla “Corrinsieme” a Melfi (10 km). Una continuità di prestazioni, dunque, che ne conferma il talento e le grandi capacità di recupero. A completare il quadro della Maratona di Pisa, per i colori della Polisportiva Marsala Doc, è stato Ubaldo Cascia (4:23:33). Le prestazioni di Ardagna e D’Errico nella città della “torre pendente” giungono a coronamento di un anno in cui la società presieduta da Filippo Struppa ha colto grandi risultati nella distanza “regina” dell’atletica leggera. Tra i biancazzurri, infatti, lo scorso 6 agosto, nella Maratona “alla Filippide”, Pietro Paladino aveva tagliato in 3 ore, 8 minuti e 30 secondi, risultando 9° assoluto (l’anno prima, sulle stesse strade ragusane, era stato quarto con un tempo strepitoso: 2:50:37). Tra gli altri record personali da segnalare per il 2017, anche quelli di Antonio Pizzo (3:13:47 il 22 ottobre alla Maratona di Venezia: 15° posto nella SM55), di Ignazio Salvatore Cammarata (3:18:11 il 2 aprile alla Maratona di Milano) e di Marianna Cudia (3:25:36 il 29 ottobre alla Maratona di Torino: 3° nella SF). Ma per la Polisportiva Marsala Doc non è stato un anno d’oro solo nella maratona, ma anche nelle ultra (con Paladino, D’Errico e Ardagna su tutti) e nei Grand Prix: quello regionale delle Mezze-maratone e quello provinciale delle gare un po’ più brevi (7-8 km), ma di conseguenza corse su ritmi più veloci. E in entrambi i Grand Prix la società del presidente Filippo Struppa, alla fine, nelle classifiche generali, ha ottenuto prestigiosi piazzamenti. In quello regionale delle Mezze-maratone, infatti, è stato centrato, per la prima volta, un brillante settimo posto di squadra in campo maschile (su 164 società) e il 16° in campo femminile (su oltre 60 società). Un risultato che fa balzare il sodalizio marsalese nell’olimpo dell’atletica leggera siciliana. Nel Grand Prix provinciale, invece, ancora meglio: secondo posto di squadra sia in campo maschile che femminile. E nel corso della tradizionale cena sociale di fine anno, prevista per martedì sera, verranno premiati, sulla base di classifiche interne, diversi atleti e atlete. Sia coloro che hanno ottenuto i migliori risultati, che quelli che hanno dimostrato assiduità nella partecipazione alle gare.