Lega Salvini Premier: Alessandro Pagano nuovo commissario della provincia di Trapani

709

Il passaggio di Matteo Salvini in Sicilia durante le scorse elezioni, ma sopratutto in provincia di Trapani, non è stato indifferente. Ha lasciato una traccia significativa, segnando un percorso per quanti vorranno mettersi in cammino sulle sue tracce, tracce come sempre ben delineate e senza equivoci. Sono molti quelli che l’hanno ascoltato e preso in considerazione le sue  idee innovative, pragmatiche e sopratutto fattibili. Di lui hanno apprezzato la concretezza messa in campo per risolvere i problemi del territorio connessi a politiche disattente o, peggio, indifferenti alle esigenze del normale cittadino. Salvini è capace di parlare in modo semplice e  diretto e di proporre con efficacia le soluzioni, è questa la sua forza. In Sicilia non è solo, anzi, può avvalersi di uomini politici come l’onorevole Alessandro Pagano, il quale, proprio ieri, ha riunito a Marsala una ventina di persone provenienti da diverse aree politiche, un rappresentante per ogni comune della provincia di Trapani, esponenti politici chiamati a raccolta e che hanno manifestato vivo interesse per la freschezza e la vivacità con cui lo stesso Pagano ha illustrato loro i nuovi intenti in vista delle prossime politiche.

«Mi hanno chiesto di ricoprire il ruolo di commissario straordinario della provincia di Trapani del partito, una carica per me pregna di significato e che mi emoziona. Mi hanno detto di essere stanchi e delusi dal lavoro del rappresentante protempore e che era indispensabile riprendere visibilità.
Prenderò io in mano le redini del partito “Noi con Salvini” che ha cambiato logo in vista delle elezioni nazionali e che sancisce quindi il definitivo smarcamento dal nordismo della prima ora e il processo di trasformazione è già in atto. E’ già un partito nazionale capace di accogliere e risolvere le esigenze di un territorio ma soprattutto di ascoltare i bisogni dei cittadini comuni che spesso si sentono sudditi rispetto alla politica calata dall’alto come si suol dire». 

Alla riunione, come dicevamo, hanno partecipato personalità significative, ma soprattutto tutte unanimamente convinte nel volere Alessandro Pagano come commissario del partito “Lega Salvini Premier” in provincia di Trapani.

«Mi vogliono come punto di riferimento e ci stanno a partecipare purchè io diventi il loro punto di riferimento.

Si tratta si personaggi con significative esperienze politiche alle spalle che in questo momento si trovano, per così dire in attesa, e sono pronti a valutare positivamente il programma proposto di Salvini che vedono come un’opportunità per la provincia di Trapani e che hanno aderito al mio invito e che alla conclusione dei lavori, sono andati via molto soddisfatti delle parole ascoltate, del programma presentato insomma».

Un nuovo percorso dunque, una nuova linfa, un partito unico da nord a sud capace di unire e non più di dividere gli italiani