Caso “Maria di Trapani”, inflitte condanne a Lipari e Platano

338

Il giudice monocratico del tribunale di Marsala, Lorenzo Chiaramonte, ha condannato (pena sospesa) a due anni di reclusione Alberto Lipari, 50 anni, trapanese ma residente a Marsala, e Rosalba Platano, 41 anni, marsalese. Entrambi erano finiti sotto processo perché accusati di aver maltrattato Maria di Trapani, al secolo Maria Caruso, personaggio televisivo “creato da loro stessi e successivamente loro maggiore accusatrice”. Maria di Trapani li aveva infatti denunciati per vessazioni e sfruttamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.