Catania, arresti e perquisizioni

218

I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato il ventunenne catanese Marcello Discanno, in esecuzione di una misura restrittiva emessa dal Tribunale di Catania.
Sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora ed alla presentazione alla polizia

Marcello Di Scanno

giudiziaria ne ha più volte violato le prescrizioni così come accertato e
comunicato all’A.G. dai militari di Librino.L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato relegato agli arresti domiciliari.

 

 

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato il
20enne William Barbera, del posto, in esecuzione di un provvedimento
restrittivo emesso dal Tribunale di Catania.
Sottoposto alla misura detentiva alternativa degli arresti domiciliari, ne ha più
volte violato gli obblighi così come accertato e comunicato all’A.G. dai militari
di Misterbianco.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania
Piazza Lanza.

 

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato il
34enne Benito Toscano del posto, in esecuzione di una misura restrittiva
emessa dal Tribunale di Catania.

benito toscano

Già affidato in prova ai servizi sociali ne ha più volte violato le prescrizioni
come peraltro accertato e comunicato all’A.G. dai carabinieri di Misterbianco.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania
Piazza Lanza.

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato il
55enne Concetto Coco del posto, in esecuzione di un ordine per la
carcerazione emesso dal Tribunale di Enna.
Condannato dai giudici per i reati di falsità in scrittura privata, violenza
privata, ricettazione ed impiego di denaro di provenienza illecita dovrà
scontare una pena equivalente ad anni 1 e mesi 4 di reclusione.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato sottoposto alla detenzione
domiciliare.

 

 

I Carabinieri della Stazione di Biancavilla, coadiuvati dall’unità
cinofila del Nucleo di Nicolosi, hanno arrestato nella flagranza Paolo

Paolo Battiati

Battiati cl.83 e Vincenzo Pellegriti cl.80 (già sorvegliato speciale di
pubblica sicurezza) entrambi del posto, poiché ritenuti responsabili di
detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Vincenzo Pellegriti

Una breve ma proficua attività info investigativa ha spinto i militari a bloccarli e
perquisirli in quella Via Padre Castelli per poi trasferirsi nelle loro abitazioni
luogo in cui, grazie al prezioso fiuto del cane “Ivan”, sono stati rinvenuti e
sequestrati: 1 involucro di cellophane termosaldato contenente sostanza
stupefacente del tipo “cocaina” del peso complessivo di  grammi 11, due
involucri in cellophane contenente grammi 1 di sostanza stupefacente del tipo
“cocaina”; 4 involucri in alluminio contenti grammi 5 di sostanza stupefacente
del tipo “marijuana”; un  sacchetto contenente grammi 30 di sostanza
stupefacente del tipo “marijuana”; un bilancino elettronico di precisione.
Gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati relegati agli arresti
domiciliari.