Catania, due arresti e una denuncia per furto ed evasione

362
Rosario Caruso

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato Rosario Caruso, 35 anni, del luogo, accusato di evasione.
L’uomo, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari, ieri pomeriggio, ha violato la
misura restrittiva uscendo dalla propria abitazione, dirigendosi a piedi nel centro cittadino. I militari individuato l’evaso hanno proceduto all’arresto trattenendolo, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

I Carabinieri della Compagnia di Giarre, coadiuvati dai colleghi delle Stazioni dipendenti e della Compagnia d’Intervento Operativo del Battaglione “Sicilia”, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano denominato “Modello Trinacria”, ed hanno arrestato a Santa Venerina, un 37enne, su ordine di esecuzione per espiazione pena detentiva emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Catania. L’uomo dovrà espiare la pena di 1 anno e 10 mesi di reclusione poiché ritenuto responsabile di resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento e minaccia, reati commessi tra il 2012 ed il 2017 a Santa Venerina. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato ristretto ai domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria. I carabinieri hanno denunciato un 32enne di Fiumefreddo di Sicilia, Sorvegliato Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per aver violato i vincoli della Sorveglianza.