Catania: arresti per mafia, spaccio e reati contro il patrimonio

196

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato  il trentacinquenne catanese Pietro Bisicchi ritenuto responsabile dei reati di evasione e resistenza a pubblico ufficiale. È accaduto ieri, nel quartiere San Cristoforo dove l’uomo, a bordo di uno scooter Honda SH 150 con il motore acceso, si era fermato per intrattenersi con altre persone.

bisicchia

I militari, sospettando che si trattasse di uno scambio droga, si sono avvicinati con l’auto di servizio e qualificandosi gli hanno chiesto di esibire i documenti d’identità. Questi per tutta risposta ha dato gas al motore fuggendo via.
Inseguito per le vie del quartiere è stato bloccato poco dopo in Via Sturiale luogo in cui gli operanti hanno accertato il motivo della fuga, legato alla violazione dei vincoli restrittivi imposti dagli arresti domiciliari cui era sottoposto.
L’arrestato, in attesa del rito per direttissima, è stato ricollocato ai domiciliari.

– I Carabinieri della Stazione di Trecastagni hanno arrestato nella flagranza il cinquantenne Giovanni Romeo del posto, ritenuto responsabile del reato di evasione.
L’uomo è stato sorpreso ieri sera dai militari di pattuglia mentre percorreva a piedi la Via Ercole Patti a Trecastagni, in evidente violazione della misura restrittiva cui era sottoposto.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

I Carabinieri della Tenenza di Mascalucia hanno arrestato il trentunenne  Giuseppe Puglisi, del posto, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania.
Riconosciuto colpevole dai giudici di associazione a delinquere di tipo
mafioso, reato commesso a Catania e provincia fino al mese di aprile
2010, dovrà espiare una pena residua equivalente a mesi 8 e giorni 23 di reclusione.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania
Bicocca.

I Carabinieri della Stazione di Tremestieri Etneo hanno arrestato
il trentenne Fabio Lopi del posto, in esecuzione di un provvedimento per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Catania.
Condannato dai giudici in più procedimenti per furto aggravato, dovrà espiare un cumulo pena equivalente ad anni 1, mesi 9 e giorni 10 di reclusione.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato posto in regime di detenzione
domiciliare.

I Carabinieri della Stazione di Palagonia hanno arrestato il sessantenne Giuseppe Faro del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania.
Condannato dai giudici per il concorso in rapina aggravata ed estorsione, reati commessi a Catania nel 1998, dovrà espiare una pena equivalente ad anni 3 di reclusione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.