Arrestati ladri e spacciatori a Catania, fermato romeno per violazione obbligo di firma

205

I Carabinieri della Stazione di Catania Piazza Verga hanno arrestato  Bercu Dumitru Daniel, 20 anni, originario della Romania domiciliato a Catania, già sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, su ordinanza di aggravamento della misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Catania.

Bercu

Il provvedimento scaturisce dalle innumerevoli violazioni all’obbligo di firma  commesse dal giovane.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato al carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri della Tenenza di Misterbianco hanno arrestato un ventisettenne ed un ventenne, entrambi del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri pomeriggio, una pattuglia, durante un servizio di controllo della circolazione stradale, in una via del centro cittadino ha imposto l’Alt ad una Fiat Uno con a bordo i due giovani. I militari insospettiti, dall’atteggiamento irrequieto tenuto dai due fermati durante il controllo,  hanno proceduto ad una perquisizione personale e del mezzo rinvenendo nell’auto, abilmente occultata  sotto il sedile lato passeggiero, una busta contenente 315 grammi di marijuana, che sono stati sequestrati.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati posti ai domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.

 

 

 

 

 

I Carabinieri della Stazione di Belpasso hanno arrestato nella flagranza i catanesi Mirco Musumeci e Valerio Bisentini, entrambi di 27 anni, per tentato furto aggravato in concorso e violazione di sigilli in concorso.

Musumeci

Ieri pomeriggio in contrada Pantano, una pattuglia, durante un servizio di controllo del territorio finalizzato a contrastare il fenomeno dei reati contro il patrimonio in genere, hanno sorpreso i due giovani all’interno di una ditta, sottoposta a procedura di fallimento da parte del Tribunale di Catania, mentre tentavano di asportare delle attrezzature e materiali vari, dopo aver divelto i sigilli apposti all’immobile sotto sequestro.

Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati posti ai domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

Bisentini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.