Palermo: studentessa universitaria di 34 anni morta, l’ateneo è in lutto

532

Una studentessa universitaria del corso di Scienze e Tecniche Psicologiche di Palermo, che alloggiava al pensionato Santi Romano, è deceduta dopo varie complicazioni dovute ad un disturbo dell’alimentazione. Sadaf, di origine turche e 34enne, è morta lunedì 15 gennaio a causa di alcune complicazioni dovute al suo disturbo e alle complicanze prodotte da 2 interventi chirurgici attuatu nel giro di 48 ore. Il disturbo della ragazza turca, da 5 anni a Palermo, si è accentuato con l’avvento delle vacanze natalizie, quando gli amici e i colleghi che le erano stati vicini si sono assentati dalla sua vita e, dunque, le sue condizioni sono peggiorate, declinandosi nella morte. La ragazza era ormai stata abbandonata dagli amici, ed ha avvertito i primi malori al pensionato, chiedendo immediato aiuto al personale universitario, che ha prontamente chiamato il 118 e lo staff medico. L’ambulanza ha portato la studentessa all’ospedale Civico, ed è stata ricoverata d’urgenza, venendo operata al reparto di Chirurgia. E’ stata poi portata nel reparto di rianimazione e, successivamente, è stata operata una seconda volta. Da quanto riportato dal personale medico, la morte della ragazza è dovuta ad una grave occlusione contro cui non è stato possibile far nulla. La notizia della morte della ragazza è arrivata all’interno dell’ateneo nella giornata del 18 gennaio, causando grave dolore in amici, colleghi e professori universitari. Difatti, stando a quanto riportato da chi la conosceva, Sadaf era una studentessa modello con ottimi voti, educata e che amava la vita. Ad esprimere il proprio cordoglio sono anche i docenti che conoscevano la ragazza, quali Stefano Boca – direttore del dipartimento di Scienze e Tecniche Psicologiche, Pedagogiche e della Formazione – e Mauro Cardaci, coordinatore del corso di studi in Scienze e Tecniche Psicologiche, che hanno esplicitato la loro profonda tristezza nel sapere della morte della ragazza turca, che aveva sempre mostrato interesse, dedizione e passione per lo studio. Ad esprimere sconforto sono anche i vertici e il personale dell’Ersu Palermo, associazione a cui Sadaf era legata. La salma della ragazza è stata trasferita in Turchia dalla famiglia, ad occuparsene direttamente è stato il commissario straordinario Roberto Rizzo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.