Spacciatore e stalker arrestati dai carabinieri

167

I Carabinieri di Misterbianco (CT) hanno arrestato un trentunenne del posto, ritenuto responsabile di detenzione di droga finalizzata allo spaccio.

Il viavai eccessivo di giovani in una abitazione di Via Michele Amari a Lineri – popolosa frazione di Misterbianco – ha insospettito i militari che, dopo un servizio di osservazione, ieri sera hanno deciso di fare irruzione. A seguito della perquisizione hanno rinvenuto e sequestrato: 50 grammi di marijuana, suddivisi in dosi, la somma contante di 150 euro, ritenuti il provento dell’attività di spaccio, nonché del materiale utilizzato per confezionare lo stupefacente, il tutto occultato nel doppiofondo dell’armadio della stanza da letto. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato posto agli arresti domiciliari.

In un altro intervento, i carabinieri di Caltagirone (CT) hanno arrestato uno stalker, 32enne, acese, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale calatino. La fine della relazione, dalla quale era nato un bambino, e il conseguente affidamento alla madre non è mai stato accettato dall’uomo che, in una vera e propria escalation di rabbia e violenza ha preso di mira l’ex compagna, una ventisettenne di Caltagirone e la sua famiglia. Le azioni,  tradotte in termini reali, hanno registrato in più episodi il danneggiamento delle auto delle vittime e minacce con un coltello sia alla cognata, sia all’ex compagna che alla ex suocera. L’uomo telefonava continuamente alla sua ex compagna ingiuriandola con epiteti volgari e la accusava di avergli sottratto il figlio.

Grazie alle denunce delle vittime, i militari hanno potuto raffigurare a carico del persecutore un quadro probatorio pienamente condiviso dall’Autorità Giudiziaria e anche per salvaguardare l’incolumità del minore oltre che della madre e i suoi familiari, ha inteso ordinarne l’arresto e la reclusione nel carcere di Catania Piazza Lanza.