Trapani 2018, il candidato Peppe Bologna incontra i dirigenti ASP e operatori socio assistenziali

159

Sanità e servizi socio-assistenziali sono stati i temi al centro di due incontri che ha tenuto ieri il candidato sindaco di Trapani, Peppe Bologna. Il primo, nella sede dell’Asp, con il direttore generale, Giovanni Bavetta, con cui si è soffermato a parlare della realizzazione del nuovo ospedale di  Trapani  e dei parametri introdotti dal decreto Balduzzi  che prevedono una densità di popolazione di circa 1 milione di abitanti. “Per realizzare un polo d’eccellenza che offra un protocollo diagnostico –terapeutico con tutte le branche specialistiche- ha dichiarato Peppe Bologna- bisogna dire basta ai campanilismi, accelerare la burocrazia ed allargare il bacino d’utenza. Quest’ultimo aspetto – ha sottolineato- richiama, in maniera imprescindibile, il tema della grande città e la necessità di procedere alla fusione di quattro piccoli Comuni come Trapani, Paceco, Erice e Valderice”.

Il secondo incontro, nella sede trapanese del Consorzio Solidalia, con il presidente della cooperativa, Maurizio Sturiano, assieme al referente di Saman, Gianni Di Malta; entrambe le associazioni fanno parte del distretto D50, che vede Trapani come Comune capofila. L’occasione è servita per un confronto sui servizi offerti:  dall’assistenza domiciliare agli anziani al trasporto dei portatori di handicap, all’aiuto alla persona a 360 gradi. Tra i temi affrontati, anche quello relativo al cosiddetto “dopo di noi”, la legge che introduce il sostegno e l’assistenza alle persone con disabilità grave dopo la morte dei parenti che li accudiscono.  Peppe Bologna ha evidenziato la necessità di mettere a sistema alcuni progetti, attraverso la sinergia tra i vari attori sociali coinvolti, per dare risposte concrete ed efficaci ai soggetti più svantaggiati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.