Canicatti, killer di mafia assolto dall’accusa di stupro

305

Un killer di mafia che stava scontando una pena detentiva di 15 anni per aver ucciso nell’ambito della guerra di mafia, un appartenente alla cosca avversaria, Calogero Franco, nel 1993, era accusato dalla sua ex fidanzata di violenza sessuale, maltrattamenti e sequestro di persona. Il killer, Dino Gioacchino Carusotto, 49 anni, è stato però assolto da tutte le accuse dai giudici della prima sezione penale perché “il fatto non sussister”. Carusotto, durante un permesso premio, era tornato nella sua abitazione di Canicattì, e dal 20 al 24 luglio del 2010, avrebbe costretto la sua ex fidanzata a convivere con lui minacciandola di morte dopo averla brutalmente picchiata. Il killer l’avrebbe costretta a fare sesso sotto minaccia di un taglierino, colpita con calci a pugni e le avrebbe sbattuto la testa contro il muro.