Aeroporto Birgi, tempi duri ed incertezze sul futuro

135

Oggi i soci dell’Airgest, la società che gestisce l’aeroporto di Birgi, si riuniscono in assemblea per decidere il da farsi alla luce delle non promettenti novità delle ultime ore. All’ordine del giorno dell’incontro c’è la sentenza del TAR che ha accolto il ricorso di Alitalia contro la quasi certa aggiudicazione del comarketing da parte della compagnia irlandese Ryanair, di fatto unica compagnia aerea a partecipare al bando indetto poco tempo fa, situazione che rischia di mandare all’aria la pianificazione dei voli anche per la prossima estate. Il momento è cruciale anche perché sia il presidente dell’Airgest, Franco Giudice che il direttore generale, Giancarlo Guarrera, ufficializzeranno oggi le dimissioni presentate qualche giorno fa. Alitalia ha protestato contro la procedura di affidamento dei voli a Ryanair e il TAR ha accolto il ricorso, di fatto, congelando ogni programmazione dei voli. In ballo ci sono oltre 14 milioni di euro spalmati su due anni. Alitalia e anche Blu Air si erano mostrate inizialmente interessate a partecipare al bando, salvo poi ritirarsi e Ryanair era stata l’unica compagnia aerea a partecipare. Airgest, convinta della procedura è intenzionata a rivolgersi al Consiglio di Stato per procedere con la programmazione dei voli.

Il presidente della regione Nello Musumeci, d’accordo con la giunta regionale, intanto ha deciso di aspettare per la nomina dei nuovi dirigenti dopo le elezioni politiche del 4 marzo.  Tutto bloccato dunque e tutto da rifare

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.