Maxi sequestro di articoli carnevaleschi, denunciati un cinese ed un italiano

97

I finanzieri della Tenenza di Patti, in due distinte operazioni, hanno sequestrato oltre 1200 articoli carnevaleschi (maschere, bombolette spray, coriandoli, parrucche, giocattolini ed altri oggetti in plastica) non conformi rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa dell’Unione Europea e nazionale.
Il servizio è stato eseguito nell’ambito dell’intensificazione delle attività a tutela della salute e sicurezza dei consumatori.
Le operazioni hanno riguardato due esercizi commerciali, a Patti e a Falcone, i cui
proprietari, rispettivamente un soggetto di origine cinese ed un italiano, sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Messina per aver posto in vendita merce priva delle indicazioni minime di sicurezza.
I prodotti sequestrati, infatti, non riportavano alcuna indicazione in lingua italiana e, in taluni casi, sono risultati sprovvisti della relativa marcatura “CE” imposta dalla specifica normativa europea.
Ai proprietari dei negozi, quindi, è stato notificato un verbale di contestazione che prevede l’irrogazione da parte dell’Ente competente di una sanzione amministrativa che va da un minimo di € 516,00 a un massimo di € 25.832,00.