Rissa e coltellate in strada, scarcerato uno degli aggressori

141

Lo scorso 5 giugno, a Ficarazzi, una violenta rissa fra giovani che si contendevano la stessa ragazza, era sfociata nel sangue. VI era stato un ferito grave e il giudice aveva condannato Giacomo Fanale, uno dei protagonisti della lite a 5 anni e 6 mesi e il fratello Danilo a 5 anni per tentato omicidio aggravato in concorso. A Giacomo Fanale gli era stata contestata anche la colpa di detenere sostanze stupefacenti, da qui, i cinque mesi in più di carcere. Oggi, Placido Imera,23 anni, arrestato con l’accusa di tentato omicidio in concorso di persone è stato scarcerato e andrà ai domiciliari. Imera avrebbe preso parte alla rissa solo nella fase iniziale e non avrebbe accoltellato B.G.

Ecco, in breve il riassunto di quanto accaduto quella sera. Intorno alle 21.45 del 5 giugno iniziano ad arrivare una serie di telefonate al 112 con le quali viene segnalata una violenta rissa in strada. Quando i sanitari del 118 arrivano, trovano B.G. colpito con una coltellata ai reni e lo portano al Buccheri La Ferla. Furono le videocamere a portare all’identificazione dei giovani e i carabinieri arrestarono i giovani assalitori. I filmati mostrano i tre giovani che si accaniscono e colpiscono la vittima con un coltello a serramanico che non è stato più trovato. Il giorno successivo, i Fanale vennero arrestati insieme ad Imera.