“I morti non portano voti, ma vanno rispettati ugualmente” ecco lo sfogo della consigliera Genna

187

«I morti non portano voti, questo lo sappiamo tutti. Ma abbandonare le loro tombe al degrado totale è mancanza di rispetto per la loro memoria e per il dolore che un caro defunto dà ai loro cari». Non usa mezze parole la consigliera comunale Rosanna Genna per esprimere il proprio dissenso e la propria comprensibile rabbia nei confronti di un così importante luogo di culto, il cimitero appunto, che a Marsala, versa in condizioni di abbandono, “vittima” del disinteresse dell’Amministrazione comunale. La consigliera Genna apre una polemica anche, e sopratutto, nei confronti di una amministrazione “distratta” da altro, come lei stessa specifica, da «spettacoli teatrali -inaugurazioni di cosa non si sa – processioni e convegni». Rosanna Genna anzi ricorda alla stessa amministrazione comunale che « gli introiti della vendita dei loculi non servono solo a fare cassa e spenderli malamente. Il cittadino và rispettato da vivo ma anche da morto». Qualche giorno fa abbiamo pubblicato sul questo giornale anche la lettera aperta scritta da una giovane orfana marsalese ( leggi qui)

la quale, denunciava lo stato di effettivo degrado e abbandono che pervade il cimitero marsalese. In quel caso, la lettera conteneva lo sfogo di una ragazza che, nel dolore, si trova pure ad affrontare una situazione paradossale.

Martina lo Cascio, in quel caso, ci ha mandato una serie di foto che documentano e arricchiscono le sue parole.