Ippodromo di Palermo resta chiuso: respinta richiesta dell’Ires

165

E’ stata respinta l’istanza avanzata dalla società Ires che gestisce l’ippodromo della Favorita a Palermo dai giudici della prima Sezione del TAR di Palermo. L’istanza chiedeva la sospensione del provvedimento di sgombero della struttura a seguito delle indagini che  avevano evidenziato infiltrazioni mafiose all’interno dell’ippodromo. (leggi qui)

Secondo i giudici amministrativi, il provvedimento disposto dal comune di Palermo è legittimo. Il prefetto di Palermo, Antonella De Miro, aveva emesso un provvedimento interdittivo e il questore aveva revocato anche la licenza del ristorante posto all’interno dell’ippodromo.

Il direttore Generale del Dipartimento del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali aveva disposto invece la decadenza della concessione.