Palermo, senzatetto occupano l’hotel Elena di piazza Giulio Cesare

263

Si tratta di sette famiglie senzatetto, donne, uomini e bambini disperati che non hanno un alloggio dove stare. Hanno così deciso di occupare, stanotte, l’hotel Elena di piazza Giulio Cesare a Palermo, un tempo di proprietà dell’ex magistrato Giusto Sciacchitano. L’albergo era stato posto sotto sequestro una settimana fa e ora è occupato da queste famiglie al cui seguito si trovano anche ragazzi disabili. Sul luogo si trovano adesso Vigili Urbani e carabinieri.

L’albergo è stato sequestrato perchè non era in regola con le norme previste dalla legge sebbene fosse di proprietà di un uomo di legge appunto, l’ex procuratore aggiunto Sciacchitano che aveva fatto parte della Direzione Nazionale Antimafia. Sciacchitano è una figura controversa. Lavorò negli anni ’80 con il giudice Giovanni Falcone ma il suo nome venne tirato in ballo da Massimo Ciancimino per quanto riguarda l'”affaire” della società “Gas”, dove, secondo la procura di Palermo, sarebbero transitati i soldi riciclati del tesoro di Vito Ciancimino. Il figlio di Sciacchitano, Antonello, era sposato con la figlia di uno dei soci della società, Monia Brancato. Si sarebbe trattato dunque di “una questione personale” il coinvolgimento dell’ex procuratore antimafia. Nell’albergo Elena, sia i lavori di ristrutturazione in corso, che le fatture mai emesse, sia le insegne che le licenze, non erano in regola, ma abusivi.