Le donne di casa Riina non pagano le tasse e rischiano il pignoramento

296

Ninetta Bagarella, moglie del boss corleonese Totò Riina morto lo scorso novembre, e la figlia Lucia, risultano inadempienti per il pagamento della tassa sui rifiuti e adesso rischiano il pignoramento. La Bagarella deve 600 euro e Lucia Riina, 400 euro. Da settembre, le due donne, ricevono solleciti di pagamento e il messo non è riuscito a consegnare la cartella esattoriale. Le tre commissarie straordinarie che amministrano il comune di Corleone vorrebbero far rispettare la legge e le Riina dovrebbero pertanto mettersi in regola con l’erario. Adesso è scattata la diffida e se entro 120 giorni non avverrà il pagamento, l’Agenzia delle entrate provvederà al pignoramento. Fatto mai avvenuto a Corleone. La moglie di Bernardo Provenzano si è già messa in regola. Saveria Benedetta Severino doveva 1.100 euro e ha chiesto di rateizzare la cifra e ha già pagato due rate. Totò Riina, intercettato in carcere pare che avesse detto: «Questo Provenzano è proprio un carabiniere, ma perché collabora con quella gente?» a dimostrazione del fatto che allo Stato non bisogna dare nulla, nè soldi nè collaborazione.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.