Mazara, droga nascosta in un peschereccio: un mazarese e due tunisini arrestati

455

Gli agenti del commissariato di Mazara del Vallo hanno arrestato tre persone, un mazarese e due tunisini per spaccio e detenzione di droga. I tre nascondevano la droga sia nelle loro abitazioni che in un motopeschereccio dove lavoravano. Si tratta di Francesco Modica, 44 anni e dei tunisini Asfoune  Naceur e HassineImed, di anni 43 e 34. Da qualche giorno, i poliziotti avevano notato uno strano via vai sia nelle abitazioni che nell’imbarcazione dei tre e si erano messi ad osservare i loro movimenti. Avendo la quasi certezza che i tre spacciavano droga, gli agenti hanno eseguito una perquisizione e hanno rinvenuto 31 panetti di hashish per un peso complessivo di tre chili e trecento grammi.

Nell’abitazione dei tunisini sono stati rinvenuti, ben occultati all’interno del mobilio, e posti sotto il vincolo del sequestro, 48 panetti di hashish dal peso complessivo di quattro chili e ottocento grammi, 60 grammi circa di hashish già suddivisi in dosi e pronti per lo spaccio, una somma complessiva di 500 euro, suddivisa in banconote di piccolo taglio ritenuta provento delle illecite cessioni di sostanza stupefacente.

Francesco Modica, Naceur e Hassine Imed sono stati tratti in arresto con l’accusa di  detenzione ai fini di spaccio di hashish. I tre marittimi sono adesso rinchiusi nella casa circondariale di Trapani.