Salvini in piazza Duomo con il rosario in mano : parla da premier alla folla

121

Matteo Salvini leader del movimento politico “Lega Salvini Premier” in una piazza Duomo a Milano, gremita, lo scorso sabato, è stato come un fiume in piena. Ha parlato citando Gesù, il Vangelo, Pier Paolo Pasolini, Sandro Pertini e Benedetto Croce, subissando la folla di promesse elettorali fatte però con il Vangelo in mano e il Rosario appunto. Salvini si è detto pronto a rispettare quanto scritto sulla Costituzione italiana applicando il messaggio di Gesù scritto sul Sacro Vangelo. Un Matteo Salvini moderato, ecumenico, conciliante e pronto a “dimostrare” l’aiuto di Dio sull’applicazione del suo programma.Questa in sintesi fatta da Salvini un sabato mattina con condizioni meteo abbastanza buone, in barba alle previsioni.

Le condizioni del tempo gli hanno consentito di fare un comizio così affollato, dove Salvini ha mostrato doti oratorie da capo di governo. «Gli ultimi saranno i primi», ha detto Salvini citando il Vangelo e ha invitato tutti a essere onesti per salvare questo Paese dal degrado dei valori vero responsabile di quanto sta accadendo. Lavoro vero e non precario, tutela del risparmio, difesa dei più deboli, difesa della Patria. Questo è quanto auspicato dal leader che parla da premier agli elettori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.