Albanese svaligia casa di pensionata: complice la moglie badante

51

I Carabinieri della Stazione di Maletto, coadiuvati da quelli di Maniace e dallo Squadrone Eliportato Cacciatori di “Sicilia”, hanno arrestato un albanese di 53 anni, domiciliato a Bronte e già gravato da precedenti di polizia, ritenuto responsabile di ricettazione e detenzione illegale di arma da sparo.

La moglie, anch’essa originaria dell’Albania, per alcuni anni era stata la badante della vittima del furto, una pensionata di 78 anni, tanto da guadagnarsi la fiducia dell’assistita che le aveva fornito copia delle chiavi di casa. Approfittando di un ricovero in ospedale dell’anziana, l’albanese,  il 3 febbraio scorso, ha scavalcato il muro di cinta della villetta, danneggiato la porta per far credere ad uno scasso, dopo di che, ha ripulito l’appartamento rubando dei preziosi e alcune armi, ereditate e detenute legalmente dalla pensionata.

Le indagini, avviate dai militari di Maletto  a seguito della denuncia della vittima,  ha consentito, tramite l’analisi delle immagini registrate delle telecamere poste in  zona e da una serie di testimonianze incrociate, di dare un volto all’autore del reato che ieri sera ha ricevuto la visita dei Carabinieri in quella casa rurale di Contrada Gollia a Bronte laddove, dopo attenta perquisizione, sono stati rinvenuti e sequestrati:  Una pistola marca Beretta, cal. 6,35,  un anello in oro, un paio di orecchini, due braccialetti di bigiotteria, corrispondenti a quelli rubati in casa dell’anziana, nonché un centinaio di cartucce cal. 6,35.

L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.