Spaccio e maltrattamenti in famiglia, tre arresti a Catania

248

I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato  il ventitreenne catanese Giovanni Costanzo, in esecuzione di  un ordine per la  carcerazione emesso dal Tribunale di Catania.

Il giovane dovrà espiare la pena di anni 4 e mesi 10 di reclusione in quanto ritenuto colpevole di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e furto aggravato, reato commessi a Catania tra il 2013 e il 2014.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

 

 

I Carabinieri della Stazione di Catania Playa hanno arrestato il ventinovenne catanese Pietro Condorelli, già ai domiciliari, in esecuzione di un  ordine per la carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Catania.

L’uomo dovrà espiare la pena di anni 6 e mesi 6 di reclusione poiché riconosciuto colpevole di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio di droga, reati commessi a Catania tra il 2012 e il 2013.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

 

 

 

 

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Paternò, coadiuvati dai Carabinieri del Nucleo Cinofili di Nicolosi, ieri sera hanno setacciato tutte le case abbandonate del centro storico paternese, in special modo la zona posta sotto il Castello Normanno, luoghi in cui gli spacciatori prediligono occultare la droga da mettere successivamente in vendita. In uno di questi immobili, in Via Paganini, grazie al prezioso fiuto del Labrador “Ivan”, i militari hanno rinvenuto e sequestrato: Una busta in plastica contenente marijuana per complessivi 220 grammi; 18 involucri in cellophane contenenti marijuana per complessivi 30 grammi; un bilancino elettronico di precisione; una punzonatrice nonché vario materiale comunemente utilizzato per il confezionamento delle dosi di stupefacente;

 

Nel medesimo contesto operativo i carabinieri hanno segnalato alla Prefettura di Catania diversi giovani assuntori trovati in possesso di alcuni grammi di “fumo”.

 

I Carabinieri della Stazione di Zafferana Etnea hanno arrestato un quarantacinquenne del posto, in esecuzione di un provvedimento per espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Catania.

Condannato dai giudici per maltrattamenti in famiglia, reato commesso nel capoluogo etneo dal lontano anno 1999 fino al 2015, dovrà scontare una pena equivalente a mesi 8 di reclusione.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato posto in regime di detenzione domiciliare in una comunità terapeutica protetta della provincia etnea.

 

 

I Carabinieri della Stazione di Mascali hanno arrestato il quarantunenne Ignazio Crimi di Belpasso, in esecuzione di un ordine di espiazione di pena detentiva  emesso dal Tribunale di Catania.

L’uomo dovrà espiare la pena di anni 2 di reclusione poiché ritenuto colpevole di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione, minaccia e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, reati commessi a Mascali il 13 e il 17 febbraio del 2017.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato posto in regime di detenzione domiciliare.