Cocaina e marijuana a Catania, arrestati pusher e trafficanti

61

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato Francesco Zappalà, 37 anni, catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Zappalà

Ieri sera, una pattuglia, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel popolare quartiere San Cristoforo, ha notato l’uomo aggirarsi per via Contarini  con un atteggiamento sospetto.

Intervenuti per controllare l’uomo sospettato, i militari hanno proceduto anche ad una perquisizione personale e dei luoghi dove lo stesso era stato visto muoversi con frequenza rinvenendo e sequestrando 20 dosi termosaldate di cocaina, per un peso complessivo di quasi 7 grammi, 2 bustine di cellophane contenente della cocaina, in pietra, per un peso complessivo di oltre 11 grammi, un bilancino elettronico di precisione e la somma in contane di 20 euro, ritenuti parziale provento dell’attività di spaccio.

L’arrestato, espletate le  formalità di rito, è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 

 

I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato un ventisettenne catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Ieri sera, una pattuglia, durante un servizio di controllo del territorio,  transitando per Viale Castagnola ha notato il giovane cedere delle bustine ad occasionali “clienti”. Prontamente intervenuti i militari hanno bloccato e perquisito il pusher trovandolo in possesso di 300 grammi di marijuana, già  suddivisa in dosi e la somma in contanti di 125 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio.

Gli acquirenti, due giovani catanesi, sono stati segnalati alla Prefettura.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Inoltre, i Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato Gaetano Privitera , 27 anni, catanese, su ordine di carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Catania.

privitera

Il giovane dovrà espiare la pena di 5 anni di reclusione dato che è ritenuto colpevole di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, reato commesso tra il 2012 e 2013 a Catania.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, a disposizione dall’Autorità Giudiziaria.

 

I Carabinieri della Stazione di Santa Venerina hanno arrestato Elia Raciti, 26 anni del luogo, già sottoposto all’obbligo di firma, in esecuzione di una ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere emessa dalla Procura Distrettuale della Repubblica presso il Tribunale di Catania.

Raciti

Il provvedimento  scaturisce da un’articolata attività investigativa condotta dai Carabinieri della locale Stazione che ha permesso di smantellare una  florida piazza di spaccio gestita dal giovane durante l’estate 2017 a Santa Venerina.

L’Autorità Giudiziaria ha tenuto conto delle risultanze investigative prodotte dai Carabinieri  ed ha emesso la presente misura restrittiva nei confronti del 26enne.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.