Licata, è nuovamente emergenza rifiuti

257

Ancora una volta la città di Licata ricade nel vortice dell’emergenza rifiuti,la discarica di Siculiana da qualche giorno ha chiuso i cancelli e gli autocompattatori sono rimasti sul posto fermi pieni e  stracolmi di spazzatura, in attesa del via libera per lo scarico. A Licata,  nonostante qualche cassonetto sia stato svuotato in via Gela, rimane l’emergenza in vari punti della città, come in via Cesare Terranova, viale Europa, via Gaetano De Pasquali, piazzale Enzo Baldoni, corso Italia, via Monserrato, via Campobello, via Silvio Pellico, via Alfredo Casella, via Panepinto, via Gela, corso Argentina, via Principe di Napoli, villaggio dei fiori, via Dessiè, via Enrico De Nicola, via Luigi La Nuzza, ospedale San Giacomo D’Altopasso e  via Architetto Licata. Come si ricorderà, già due mesi abbiamo potuto vedere Licata immersa dall’immondizia, ed oggi la stessa circostanza si ripete, questi episodi che a quanto pare sembrano ripetersi spesso sembrano diventati una normalità per una cittadina come Licata che dovrebbe pensare solo a come valorizzare il territorio per riuscire a vivere per lo più di pesca e di turismo. La mancata raccolta dei rifiuti solidi urbani non dipende stavolta da questioni monetarie bensì da problemi derivanti dalla discarica di contrada Matarana a Siculiana, dove non è possibile conferire a causa di un’ordinanza regionale che impone una riduzione del quantitativo dei rifiuti da conferire in discarica. Un rischio da non sottovalutare e l’imminente aumento delle temperature che può far ricadere in una vera e propria crisi di natura igienico sanitaria la città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.