Turisti derubati a Catania, recuperata refurtiva e ladro arrestato

155

I Carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato il catanese Roberto Spampinato, 45 anni, ritenuto responsabile di furto aggravato  e danneggiamento.

Le vittime, sono due coniugi di Brescia, venuti a visitare il capoluogo etneo e parte della Sicilia Orientale e che alcuni giorni fa avevano noleggiato un’autovettura.

Ieri pomeriggio, intorno alle 16:30, percorrendo il Viale Cristoforo Colombo per raggiungere l’aeroporto Vincenzo Bellini di Catania si sono fermati in un bar per un caffè. Il ladro, che li aveva sicuramente seguiti,  è entrato in azione e, dopo aver infranto il vetro posteriore – lato passeggero – della Lancia Y noleggiata, asportava due trolley ed un computer portatile riposti nel bagagliaio dell’auto.  

Alcuni cittadini, richiamati dalle urla dei derubati accortisi del furto, hanno chiamato il numero unico delle emergenze i cui operatori, segnalando l’accaduto alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Piazza Verga,  hanno consentito l’intervento sul posto di alcune pattuglie del Nucleo Operativo di Piazza Dante. I militari, acquisendo dalla viva voce delle vittime la descrizione del ladro, conoscendo bene l’humus criminale operante nella zona, si sono posti alla ricerca del malvivente rintracciandolo dopo circa una trentina di minuti nei pressi del “Tondicello” della Plaja intento a disfarsi delle valigie già “ripulite”. Perquisendogli l’abitazione gli operanti hanno recuperato gli abiti contenuti nei trolley ed il computer che, in un baleno, era stato addirittura formattato per poi essere piazzato al mercato nero.

La refurtiva è stata riconsegnata ai turisti, mentre l’arrestato, in attesa della direttissima,  è stato relegato agli arresti domiciliari.