“Splendidamente Single”, sabato apirecena evento solo per single

279
“Splendidamente single” il gruppo  ideato due anni fa dalla web organizer salemitana Enza Simone continua a riscuotere  enormi consensi sul web. Oltre 1000, gli iscritti, che interagiscono all’interno del gruppo nato per tante persone single che hanno voglia di conoscersi e socializzare, integrando e  concretizzando il virtuale con il reale. Sabato 24 Marzo al “Mongrel social club” di Castellammare del Golfo (TP)  alle 21  ci sarà un mega  evento  firmato “Splendidamente Single” aperto a tutti (naturalmente  single). Ospite d’onore, direttamente dal noto programma televisivo condotto da Maria De Filippi “Tù si’ que vales”, il tenore Maurizio Indelicato che proporrà alcuni brani che hanno fatto la storia della musica italiana.  Nel corso della serata oltre all’apericena,  un gruppo live e un  dj  che proporrà tutta la notte musica anni ’70, ’80 e ’90. Il costo del biglietto d’ingresso compreso di apericena  e dreank card è di 15 euro per usufruire di tutto il pacchetto serata.
Enza Simone ha avuto sin dall’inizio l’idea geniale, creare inizialmente un gruppo su Facebook chiamato “Splendidamente Single”, per chi come lei, avesse avuto voglia di creare nuove amicizie e perché no, trovare l’uomo della propria vita. Comincia cosi, l’avventura della mamma single, che nel giro di pochi giorni vede arrivare  tantissimi iscritti interessati. Cominciano i dialoghi in chat, le ironie, gli scherzi, le conoscenze, fin quando decide che è il momento di incontrasi. Da allora tanti gli eventi che hanno visto formare parecchie coppie.  «In questi due anni  – racconta l’ideatrice Enza Simone –  sono tante le coppie che si sono create e come da regolamento sono uscite dal gruppo. Gli iscritti ogni giorno sono sempre più numerosi, cosi come le persone che si incontrano e si innamorano. Sono talmente in tanti che ho dovuto ricorrere ad uno staff di persone fidate che monitorano costantemente gli iscritti per capire le loro personalità e le loro intenzioni effettuando anche dei test di ingresso». Sul gruppo tempo fa, era intervenuto anche  il professor Francesco Pira, sociologo docente di Comunicazione presso l’Università degli Studi di Messina. «I social network  – aveva dichiarato in quell’occasione – rappresentano un’isola felice per chi vuole vivere esperienze di connessione. Ma l’importante è non fare confusione tra relazioni e connessione. L’idea che ha avuto la giovane mamma di Salemi di costruire un network di persone single per scelta e di fare incontrare prima in rete e poi di persona contribuisce a costruire un giardino ideale tipico di questo strumento di comunicazione. Sui social noi possiamo scegliere di diventare amici di persone che non abbiamo mai visto amicizie che ci vengono suggerite dallo stesso Facebook e che accogliamo con entusiasmo. Ci aiuta a superare la nostra diffidenza e solitudine, poi tanto possiamo cancellarle quando vogliamo o addirittura bloccarle se ci infastidiscono o non accettano le nostre regole o non condividono le nostre idee. Nella vita reale questo non avviene. Si può leggere così la svolta e le tante adesioni del gruppo di Salemi. Persone che cercano compagnia. Si tratta di passaggi emotivi che non entrano necessariamente nella nostra vita e ci rimangono. Ma magari transitano».