Catturato pericoloso latitante mafioso a Rieti: era ricercato da dicembre

218

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale
di Catania, coadiuvati da quelli del Comando Provinciale di Rieti, hanno
arrestato il 42enne catanese Vincenzo Dato, in esecuzione di un ordine per
la carcerazione emesso dalla Corte di Appello di Catania, relativo ad una
condanna ad anni 4 di reclusione comminatagli perché ritenuto colpevole del
reato di associazione per delinquere di tipo mafioso.
I militari, dopo prolungate ricerche, lo hanno scovato in un appartamento di
Rieti. L’uomo, per eludere la cattura, ha esibito una carta di identità con dati
anagrafici falsi ma riportante la sua effige. Nell’abitazione, al momento
dell’irruzione, vi erano presenti altre tre persone, tra le quali una donna,
anch’esse di origini catanesi.

All’esito della perquisizione dell’immobile i militari hanno rinvenuto e
sequestrato dei passamontagna, delle ricetrasmittenti, dei taglierini e delle
fascette.
I tre catanesi sono stati denunciati per il concorso in procurata inosservanza
delle pena nonché possesso ingiustificato di chiavi alterate e grimaldelli
mentre per l’arrestato è scattata anche la denuncia per possesso di
documento di identificazione falso.
L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Rieti.