Chiude hotspot di Lampedusa: trasferiti ultimi 47 tunisini

93

Chiude il centro di accoglienza di contrada Imbriacola a Lampedusa in provincia di Agrigento. Gli ultimi 47 ospiti di nazionalità tunisina sono stati trasferiti altrove per consentire i lavori di ristrutturazione. Saranno eseguiti lavori riguardanti l’illuminazione, la recinzione e l’ installazione di videocamere di sorveglianza. Il cantiere di ristrutturazione aprirà fra un mese circa e come prima cosa andranno fatti lavori di ristrutturazione nelle cucine e nei padiglioni dormitori. Non si sa però per quanto tempo il centro di prima identificazione dei migranti sbarcati sull’isola di Lampedusa resterà chiuso. Il sindaco dell’isola in un’intervista rilasciata ha detto che il centro ha creato nel passato molti problemi e pertanto si augura che per il futuro Lampedusa possa vivere un periodo di meritata serenità. «Ricevere per diversi anni l’oppressione costante degli sbarchi e non potere reagire è stato veramente un dramma». Recentemente si erano verificati episodi di ribellione e anche qualche rogo di origine dolosa appiccato dagli stessi ospiti migranti