Incassa pensione della madre morta: sequestrati beni a pregiudicato

173

E’ finito nei guai per aver frodato L’INPS un pregiudicato di 64 anni, palermitano, il quale, non ha comunicato all’Ente che elargisce le pensioni il decesso della madre. Ha percepito indebitamente per 8 anni la pensione truffando l’INPS per trentadue mila euro. La madre era morta negli Stati Uniti nell’ottobre del 2010 e il figlio, ha continuato, tramite delega, ad incassare la pensione accreditata sul conto corrente della signora morta.

Gli accertamenti svolti dalle Fiamme Gialle hanno consentito di rilevare che le somme delle
pensioni venivano dapprima bonificate su un rapporto bancario intestato all’indagato e,
successivamente, investite su conto deposito.
La frode ai danni dello Stato è stata scoperta quando si è dato inizio alle pratiche di successione ereditaria fra i figli della defunta. La guardia di finanza ha sequestrato beni al pregiudicato sessantaquattrenne pari alla somma frodata all’INPS, ovvero 32 mila euro