Marsala, muore lasciato solo in casa dai genitori: condannati per abbandono di incapace

274

Lo hanno lasciato solo in casa nonostante avesse nove anni e fosse affetto da encefalopatia cronica infantile con tetraparesi spastica e sordomutismo e avesse perciò bisogno di assistenza continua. Sono stati condannati i due genitori rumeni da tempo residenti a Marsala. I due condannati sono Vladimir Margian ed Emilia Ivanciu. Al primo è stato inflitto un anno di carcere, alla seconda un anno e 4 mesi. Per entrambi pena sospesa. Ai due i giudici della Corte d’Assise hanno escluso l’aggravante di aver provocato volontariamente la morte del piccolo. Il bambino morì nella notte fra il 25 e il 26 ottobre 2013, quando venne lasciato solo in casa da Vladimir Margian ed Emilia Ivanciu, la madre. Quando rientrarono, lo trovarono morto e da subito i due vennero accusati di aver abbandonato un incapace che aveva bisogno di assistenza. A processo, venne verificato se la morte del bambino poteva essere evitata se i due fossero stati presenti e i giudici hanno accolto la tesi della difesa secondo cui “date le patologie del bambino, la morte sopraggiunta per una crisi respiratoria o per una crisi cardiaca, anche se presenti, i due non avrebbero potuto salvargli la vita”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.