#Mazaralibera, i consiglieri presentano tre interrogazioni al sindaco Cristaldi

122

I componenti del gruppo consiliare #Mazaralibera, Giorgio Randazzo, Nicola Norrito e Antonio Colicchia, durante la seduta del Consiglio comunale di Mazara del Vallo, hanno presentato tre interrogazioni al sindaco della città Nicola Cristaldi. Una riguarda l’agenda urbana, una i fondi per la digitalizzazione e un’altra le strategie da mettere in campo per favorire il turismo.

Nella interrogazione riguardante l’agenda urbana, i tre consiglieri comunali firmatari chiedono delucidazioni su ciò che intende fare il sindaco dato che “il Comune di Marsala nella qualità di comune Capofila ha trasmesso alla Regione la “Strategia di
Sviluppo Urbano Sostenibile”, approvata dai cinque comuni partner di “Agenda Urbana” (ne fanno parte anche Mazara, Erice, Trapani e Castelvetrano) dando seguito alla “dichiarazione di ammissibilità” dell’Autorità Urbana da parte del Dipartimento della Programmazione della Regione, adempimento importante al fine del proseguimento dell’iter previsto per il finanziamento. Considerata l’importanza degli obiettivi strategici che riguardano Energia sostenibile, Agenda digitale, Inclusione sociale, Qualità della vita, Cambiamento climatico e Prevenzione e gestione dei rischi, data la dotazione finanziaria della Regione prevista di 78 milioni di euro, 18 dei quali sono destinati a Marsala, si chiede all’’Amministrazione comunale, nella persona del Sindaco, sulla quantità di finanziamenti destinati alla Città
di Mazara del Vallo e per quali finalità tra obiettivi strategici prima evidenziati. Ed inoltre, visto il Decreto dell’Assessore Regionale al Turismo Pappalardo, con il quale in data 14/02/2018 sono stati stanziati 12 milioni e 500 mila euro per gli anni 2018 e 2019 per gli “Ambiti” dell’Aeroporto Pio La Torre di Comiso e Vincenzo Florio di Trapani che interessa  i comuni Trapanesi di Marsala, Trapani,  Favignana, Alcamo, Buseto, Calatafimi, Campobello, Castellammare, Custonaci, Paceco, Salemi e Valderice e considerati  i dati turistici divulgati che quantificano dal primo gennaio al 31 dicembre 2017  gli arrivi a Mazara in 35.183, in aumento del 6,8% rispetto ai 32.955 del 2016, ma comunque inferiori rispetto ai dati percentuali di molti comuni della Provincia si chiedono delucidazioni sulle sulle motivazioni che hanno portato il Comune a non figurare tra i “beneficiari” dei fondi del predetto Decreto e se per il futuro l’A.C. ha provveduto ad allertare gli Uffici responsabili al fine di partecipare a future opportunità di finanziamento, visti anche gli ottimi rapporti istituzionali tra il Sindaco e l’Assessore Regionale al Turismo Pappalardo.

Visto l’annuncio di “Cassa Depositi e Prestiti”, che prevede per le pubbliche amministrazioni di poter accedere ad un prestito ordinario per i progetti digitali, considerato, il deficit del comune di Mazara del Vallo in materia e che il prestito servirà a finanziare tutte le spese che la PA al “Piano triennale ICT” avviato lo scorso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, partner con il proprio “Team digitale” dell’iniziativa di CdP, dato che il prestito consentirà al Comune di adeguarsi all’obbligo di adottare SPID (identità digitale), Pago PA (pagamenti facili e anche elettronici per i cittadini) e l’Anpr (Anagrafe nazionale popolazione residente) rendendo più efficiente l’ente comune con notevole abbattimento dei costi di gestione, si interroga l’amministrazione comunale, nella persona del Sindaco, se è a conoscenza di tali disposizioni previste dalla Legge di Bilancio 2018, quali azioni intende intraprendere sul tema della “digitalizzazione” dell’ente dato l’obbligo di legge in tal senso e se è stato dato mandato agli Uffici di inoltrare “online” l’eventuale richiesta di prestito.”