Omicidio di Pasquetta: ucciso agricoltore a Licata

168

Angelo Carità, 61 anni, agricoltore di Licata, è stato raggiunto ieri da un killer mentre si trovava nei pressi di una stradina di campagna in via Palma nel piccolo comune dell’agrigentino. Carità è stato ucciso da colpi di pistola esplosi da distanza ravvicinata. L’agricoltore era stato condannato all’ergastolo dalla Corte d’Assise di Agrigento all’inizio dello scorso febbraio ma era in realtà libero, uscito da prigione per decorrenza dei termini. Carità era stato coinvolto qualche anno fa nell’omicidio di un imprenditore agricolo, Giovanni Brunetto ,56 anni, ucciso nel maggio del 2013 e il cui cadavere era stato trovato sotterrato in territorio di Canicattì. Carità era stato condannato perché accusato di aver ammazzato per motivi economici Brunetto, il quale gli aveva prestato circa 40 mila euro. Quando Brunetto si era reso conto che non avrebbe mai avuto restituiti quei soldi, si era ribellato e a causa di questo venne ammazzato dallo stesso Carità che ne aveva poi fatto sparire il corpo sotterrandolo nel terreno di un avvocato del tutto estraneo ai fatti.

Gli investigatori però avviarono le ricerche dell’imprenditore che venne trovato il  28 ottobre 2013 in un terreno in cui lo stesso Carità aveva effettuato lavori di movimento terra. Brunetto venne riconosciuto dai figli. Sull’omicidio di Carità indagano i carabinieri di Licata e quelli di Agrigento.

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.