Assenteismo: 23 impiegati comunali indagati su 40, bufera nel messinese

147

Sono più della metà gli indagati per assenteismo al comune di Fìcarra, in provincia di Messina. Su un totale di 40 dipendenti, 23 infatti sono quelli accusati di essersi assentati dal lavoro per andare al bar, al mercato, dal meccanico o alla Posta. L’inchiesta della Procura di Patti ha portato alla sospensione dalla funzione per 16 persone, tutti dipendenti comunali appunto. I carabinieri hanno notato gli spostamenti “strani” dei dipendenti comunali e hanno iniziato a monitorarli. I carabinieri hanno svelato l’esistenza – scrive il gip – di un vero e proprio “sistema fraudolento e patologico” ai danni della pubblica amministrazione, sviluppatosi e rafforzatosi nel tempo in un contesto di “anarchia amministrativa”. Per anni, insomma, non ci sarebbero stati controlli e ognuno avrebbe agito secondo le proprie esigenze insomma. Per un dipendente comunale è scattata l’applicazione della misura cautelare interdittiva di 9 mesi dato che le assenze complessivamente ammontano a circa 2.500 minuti. Tutti insomma, facevano lunghissime pause caffè e in realtà andavano a sbrigare le proprie faccende personali.