Gemellaggio fra Enna, Todi ed Assisi: concerti del Coro Lirico Sinfonico

155

Due appuntamenti di grande spessore culturale vedranno protagonista il Coro Lirico Sinfonico Città di Enna a metà Aprile.

Il primo è in programma sabato 14 Aprile a Todi e prevede un concerto sinfonico nella concattedrale della Santissima Annunziata. L’evento è inserito nell’ambito della nona edizione del Torneo Arcus Tuder, manifestazione nazionale di tiro con l’arco durante il quale sarà celebrato il gemellaggio tra le città di Enna e Todi. Il coro diretto da Luisa Pappalardo ed Alessandro Maccari si unirà, infatti, al sindaco Maurizio Dipietro ed al Gruppo Arcieri di Enna in rappresentanza della città, offrendo il proprio contributo artistico all’evento con l’effettuazione di un concerto alle ore 18. In programma brani di Wolfgang Amadeus Mozart, Johannes Brahms, Pietro Mascagni, Charles Gounod e Franz Schubert. La presenza del coro all’evento rientra tra i punti del protocollo d’intesa stipulato recentemente tra l’amministrazione comunale e lo stesso coro ennese che prevede, appunto, il coinvolgimento del Coro Lirico Sinfonico Città di Enna nelle manifestazioni artistico-culturali di prestigio promosse dall’amministrazione.

Il secondo appuntamento dalle connotazioni altamente emozionali si terrà, invece, il giorno successivo, domenica 15 Aprile, quando il coro animerà la Santa Messa delle ore 10,30 presso la Basilica di San Francesco ad Assisi. Dopo l’esperienza in Vaticano della scorsa estate, il Coro Lirico Sinfonico Città di Enna sarà nuovamente protagonista in un altro dei luoghi simbolo del cattolicesimo. Di concerto con il direttore della cappella musicale del Sacro Convento di Assisi, M° Padre Giuseppe Magrino, il coro sarà chiamato ad eseguire brani di Georg Friedrich Händel, Wolfgang Amadeus Mozart e Franz Schubert, partiture pertinenti alla liturgia del giorno. Padre Magrino ha, inoltre, donato al coro la partitura del Kyrie tratta dalla Missa Te rogamus Domine di Delfino Thermignon che il coro ennese avrà l’onore di eseguire durante la celebrazione. La partitura di questa messa ha una particolare valenza storica poiché fu scritta ed eseguita nella basilica di Assisi nei primi anni del Novecento, in occasione di una ricognizione del corpo di San Francesco ed ad un rinnovato allestimento della cripta che ospita le spoglie del Santo.

“Dopo aver avuto l’onore ed il privilegio di esibirci nella basilica di San Pietro a Roma – commenta la presidente del coro Antonella Leonardo – essere invitati ad esibirci a Todi e ad Assisi, nei luoghi di San Francesco, è per noi nuovo motivo di grande emozione. Ringraziamo chi ha permesso la realizzazione di tutto ciò, l’amministrazione comunale e i frati francescani di Assisi in primis. Grazie, a nome del direttivo e di tutti i coristi, – conclude la presidente – anche ai nostri maestri Luisa Pappalardo e Alessandro Maccari i quali, attraverso le loro competenze e la loro passione, ci consentono di migliorare spettacolo dopo spettacolo e di vivere queste esperienze che rimarranno per sempre impresse nella nostra memoria”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.