Aggredito inserviente all’ospedale “Cervello”: aveva invitato i parenti ad uscire dalla stanza

53

Un operatore socio sanitario in servizio presso l’ospedale palermitano “Cervello” è stato aggredito dal parente di un ricoverato nel reparto di terapia intensiva in quel momento super affollato. L’inserviente , G.S, 56 anni, stava distribuendo i pasti e ha invitato i pazienti dei ricoverati ad uscire dalla stanza. In quel momento si trovavano circa 30 persone nel reparto su 16 ricoverati. A questo punto un familiare di un malato si è alzato e gli ha sferrato un pugno che ha causato all’operatore socio sanitario la perforazione del timpano. L’inserviente aveva invitato i visitatori a lasciare liberi i pazienti di mangiare ma uno di loro non ha gradito l’invito e gli ha detto prima di colpirlo: tu hai già parlato troppo. Dopo averlo colpito, l’aggressore è fuggito ed è stata chiamata la polizia. L’aggressore è stato rintracciato e l’inserviente ha esposto una formale denuncia.

 

 

1

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.